WJJC ITALY

3780È partita alla grande la stagione estiva in casa WJJC.

Sabato 28 Maggio, presso il World Ju Jitsu Center di Firenze, davanti alla commissione esaminatrice composta da Shodai Soke Adriano Busà, dal D.T.N. Shihan Giovanni Legato e dal V.D.T.N. Shihan Massimiliano Maltagliati, si sono tenuti gli esami di I e II DAN.

Le nostre più vive congratulazioni vanno agli atleti Massimo Guerri, Jong Kwon Rigatti e Matteo Bonini che, dopo aver brillantemente superato l'impegnativa prova, hanno raggiunto l'ambito traguardo di entrare a far parte delle Black Belts della federazione.

I complimenti vanno anche al Sensei Marco Morelli, al Sensei Cosimo Boanini e al Sensei Sara Fiorillo, che proseguono il loro cammino nell'apprendimento e nel perfezionamento del Ju Jitsu ottenendo, all'esito di una altrettanto dura verifica, il loro II DAN.

All'indomani delle prove di esame, domenica 29 Maggio, si è invece svolto il tradizionale seminario della WJJC.



Presso gli impianti sportivi di Pistoia, in un arcobaleno di cinture di ogni colore, gli iscritti WJJC si sono affollati per partecipare all’evento, compresi i piccoli Samurai della categoria Junior, accompagnati da genitori e parenti che non ci stancheremo mai di ringraziare per il sostegno, per l’educazione e l’impegno allo sport che profondono nei loro bambini.

La rassegna ha preso le mosse con la cerimonia per le nuove investiture e con l’attribuzione di alcuni importanti riconoscimenti, quali, in particolare, l’incarico conferito a Sensei Sara Fiorillo come responsabile rassegna stampa, Sensei Matteo Burini, come responsabile del settore agonistico, Sensei Matteo Faretina come vice responsabile del settore agonistico, Sensei Marco Morelli come responsabile arbitri federali e Sensei Fabio Campigli come responsabile allestimento eventi.

Ospite d'eccellenza dello stage, dalla Scozia, Shihan Archie Higgins, fondatore della prestigiosa scuola Kuro Iwa Ryu, cui la WJJC è legata da ormai antichi e consolidati rapporti di amicizia e reciproca stima, omaggiato nell’occasione dalla consegna di un’apposita targa di ringraziamento.


Shihan
Higgins, che già aveva onorato della sua presenza in sede di esame, con la sua proverbiale simpatia e professionalità, ha dato l'opportunità agli atleti grandi e piccini di lavorare e confrontarsi con un diverso e altrettanto affascinante metodo di approccio alla nostra arte marziale.

Grande successo, come sempre, hanno riscosso le tecniche sapientemente proposte da Shodai Soke Adriano Busà sui tatami appositamente allestiti per i vari livelli, così come molto apprezzate sono state le sessioni tenute da Shihan Giovanni Legato e da Shihan Massimiliano Maltagliati, anch’essi precedentemente insigniti di apposito riconoscimento per la dedizione e la lealtà da sempre manifestata nei confronti della federazione e del Soke.


Oltre alla presenza dei padroni di casa - e quindi la scuola diretta di Soke Busà, quella fiorentina di Shihan D.T.N. Legato e quella pistoiese di Sensei D.T. Morelli - l'evento si è caratterizzato per la presenza di numerose altre delegazioni, sia nazionali, come quella sarda accompagnata dal D.T. della città di Cagliari e Provincia Maestro Silvio Campus, che salutiamo e ringraziamo; sia internazionali, come quella neocostituita del Perù, rappresentata dal D.T.N. Sensei Wilver Chancasanampa, al quale nuovamente va un caloroso benvenuto nella grande famiglia WJJC.


Ed è in questo variegato clima, tra atleti di ogni età, grado, ordine, scuola e nazionalità che, ancora una volta, la WJJC ha rinnovato la celebrazione dell’unico filo conduttore: il Ju Jitsu.


Ma ancora molte sono le attività e le iniziative in programma per gli atleti del Dojo WJJC prima della meritata pausa estiva: dai prossimi esami di kyu e di kobudo, al Master Class per il perfezionamento degli istruttori, fino al tradizionale (e più ludico) raduno estivo nelle montagne del Trentino, quindi... Stay tuned, stay with us!


Firenze, 30 Maggio 2016.

La redazione WJJC.